Siderno: la differenziata dimostrerà chi è che ama davvero la città

Mar, 05/07/2016 - 18:17

Era determinato a dare un freno alle maldicenze, il sindaco Pietro Fuda, che questa mattina, in accordo con l’architetto Nicola Tucci, ha deciso di indire una conferenza stampa che spiegasse nel dettaglio che cosa comporterà per Siderno l’avvio della raccolta differenziata porta a porta. A poche ore dall’inizio della distribuzione dei mastelli utili alle utenze a differenziare i rifiuti, annunciata dal comune ieri sera a mezzo comunicato stampa, il primo cittadino ha sentito la necessità di spiegare che le insistite voci relative a un sensibile aumento della tassa sulla spazzatura per i residenti non sono altro che illazioni derivate da una cattiva informazione.
«Abbiamo stimato - ha affermato Fuda prima di lasciare la parola a Tucci - che, nella peggiore delle ipotesi, l’aumento complessivo delle spese per il conferimento dei rifiuti potrebbe aumentare di circa 1 € a nucleo famigliare e solo per il primo anno».
L’architetto Tucci ha infatti illustrato nel dettaglio le cifre della differenziata porta a porta, paragonandole alle spese di gestione dell’attuale servizio di raccolta e conferimento dei rifiuti
*. Nonostante il prezzo iniziale sia effettivamente più elevato, come illustrato dall’architetto, i nuclei famigliari dovranno tuttavia considerare che verrà loro consegnato del materiale che in precedenza avrebbero dovuto acquistare di tasca loro e che, grazie al sistema di “censimento” delle utenze attraverso il codice a barre, in seguito ai mesi di “rodaggio” inizieranno a pagare proporzionalmente ai rifiuti prodotti. Durante la consegna dei mastelli alla cittadinanza, che come comunicato dal Comune avverrà dal 7 al 23 luglio**, il codice fiscale dell’utenza verrà accoppiato con un codice a barre che garantirà di identificare immediatamente i litri di rifiuti differenziati prodotti, garantendo di identificare chi effettua correttamente la differenziazione degli scarti e, conseguentemente, di premiare chi produce meno spazzatura. Inoltre, grazie a questo sistema, verranno immediatamente smascherate le utenze “sommerse”, ovvero coloro che, non registrati al servizio, producevano Rifiuti Solidi Urbani (RSU) senza pagare le tasse, considerato che non ci sarà altro modo di conferire gli scarti se non attraverso la registrazione dei mastelli: i cassonetti che siamo abituati a vedere per strada, infatti, scompariranno del tutto, permettendo alla città di avere un aspetto più pulito e accogliente. Con il rodaggio della raccolta differenziata, ha poi proseguito l’architetto, si passerà rapidamente dall’attuale 12% di rifiuti differenziati a circa il 50%, nel primo anno, fino ad arrivare al 65% (ci si augura) nei sei mesi successivi, una cifra grazie alla quale il comune di Siderno entrerà finalmente di diritto nel novero dei “comuni ricicloni” e a cui la Regione Calabria avrà concesso uno sgravio di 22 € a tonnellata sulle spese di conferimento dei RSU, garantendo pertanto un consistente risparmio per il Comune e, conseguentemente, per le famiglie. Chi avrà, poi, la possibilità di avere una compostiera domestica, sarà adeguatamente censito dal comune che consegnerà il materiale necessario (qualora l’utenza già non l’avesse) ed escluderà dal pagamento dell’organico chi possiede questo prezioso strumento, considerato che lo scopo finale del comune (prima ancora del riciclaggio) è ridurre la quantità di pattume prodotta. Sempre grazie al sistema di codice a barre sarà semplice identificare i periodi dell’anno in cui determinate frazioni della città producono più o meno rifiuti, garantendo pertanto di rimodulare il servizio, che avrà nel frattempo generato posti di lavoro, e di evitare altri sprechi. Anche per questa ragione, ha proseguito l’architetto, si sono accelerati i tempi in modo tale da far partire il servizio con l’estate, notoriamente il periodo in cui le località di mare producono maggior volume di RSU, concedendo un periodo di prova ai cittadini per comprendere la corretta funzione del servizio prima di applicare criteri rigidi e, per chi non rispetta le normative, adeguate sanzioni.
A tale proposito, la vicesindaco Anna Romeo è intervenuta per sottolineare che, assieme ai mastelli, saranno distribuiti dei depliant che spiegheranno alla popolazione come portare a termine correttamente la differenziazione dei rifiuti ma, è stato garantito, il Comune non abbandonerà a sé stessi i cittadini, che potranno chiarire qualunque dubbio negli uffici preposti.
«La nostra disponibilità sarà totale - ha affermato la Romeo - e ci aspettiamo che venga ripagata con la massima collaborazione da parte dei cittadini. La differenziata diventerà di fatto un banco di prova utile a identificare chi davvero vuole contribuire a migliorare la città è chi invece è disinteressato a perseguire questo obiettivo».
Accanto ai classici cestini, lungo i marciapiedi verranno installati dei trespoli presso i quali potranno condurre la differenziata anche i cittadini non residenti e verrà presto istituito un numero verde da contattare per concordare il ritiro dei rifiuti ingombranti con la società di gestione del servizio, che si premurerà inoltre di consegnare ogni tre mesi una scorta di sacchetti per l’organico a ogni utenza.
«Argineremo il fenomeno del conferimento illegale di ingombranti e rifiuti pericolosi con l’istallazione di videocamere di sorveglianza - ha continuato la Romeo - e permetteremo alla cittadinanza di smaltire i suddetti scarti grazie al numero verde, che garantirà un servizio veloce e gratuito, ma anche attraverso il conferimento personale presso l’isola ecologica, che sarà aperta di qui a breve».
Grazie alla collaborazione di tutti i cittadini, il 7 luglio potrebbe davvero segnare una svolta storica per la città di Siderno, pronta a ripulire la propria immagine prima di altri importanti provvedimenti che potrebbero essere attuati anche con il denaro risparmiato grazie all’avvio di questa buona pratica.

*

 

* al raggiungimento del 50%, nel 2017, i costi di conferimento saranno ulteriormente decurtati

** Verranno organizzati dei punti di distribuzione presso le scuole di ogni contrada sulla base del seguente schema:

  • • 7, 8 e 9 luglio, Siderno Superiore;
  • • 11, 12 e 13 luglio, Mirto;
  • • 14, 15 e 16 luglio, Donisi;
  • • 18, 19, 20, 21, 22 e 23 luglio, Siderno Marina.

I residenti di ogni contrada e territori limitrofi, pertanto, sono invitati, nei giorni sopraindicati, a recarsi presso il punto di distribuzione di competenza (che sarà comunicato con maggiore precisione nei prossimi giorni) portando con sé il codice fiscale o la tessera sanitaria che potrà così essere collegato al codice a barre da affidare all’utenza, garantendo un maggiore sgravio fiscale da valutare sulla base di una corretta condotta della raccolta differenziata.
Nei giorni di distribuzione di Siderno Marina, i mastelli saranno disponibili anche presso il Comune, presso il quale, dal 24 mattina, tutte le utenze che non avranno fatto in tempo a ritirare il materiale potranno farlo fino a quando tutti non avranno i quattro mastelli utili alla raccolta.

Autore: 
Jacopo Giuca
Rubrica: 

Notizie correlate