Siderno verso un censimento delle alberature comunali?

Dom, 30/08/2015 - 17:03
Possibile l’approvazione del “Regolamento sul Verde Pubblico e Privato”

Nell’ambito della manifestazione “orti urbani”, si è tenuta mercoledì 19 agosto, una conferenza sulla possibilità di approvare, anche a Siderno, uno strumento di pianificazione piuttosto noto: il “Regolamento sul Verde Pubblico e Privato” di cui quasi ogni comune d’Italia s’è da anni dotato.
La Calabria registra un pericoloso ritardo e Siderno (come molte città viciniori) non fa differenza.
Senza cantar vittoria, si può dire che ci sono finalmente i presupposti perché qualcosa cambi.
Che poi il cambiamento ci sia, è tutto da vedere.
Il Regolamento è uno strumento di pianificazione urbanistica che molte città hanno adottato, per completare le leggi attualmente in vigore e gli articoli costituzionali. L’agronomo Gian Carlo Fiorenza, membro del team che si sta occupando del Piano Strategico Comunale, nonché relatore alla conferenza, ha dichiarato la sua totale disponibilità nel proporlo alla Giunta e ai colleghi.
Nel suo excursus, Fiorenza ha messo in evidenza l’importanza del censimento delle alberature comunali, senza il quale procedere sarebbe come menare colpi alla cieca. Bisogna non solo contare gli alberi e i grandi cespugli, ma valutarne le dimensioni, lo stato di salute, il pregio estetico e naturalistico, eventuali scorrettezze del tronco o delle branche, difetti o pericoli potenziali. Di seguito occorre decidere se e quali alberature eliminare, quali sottoporre a vincoli, quali rimpiazzare ed eseguire un’accurata scelta di generi adatti al clima e all’habitat cittadino. Si tratta di un insieme molto complesso da gestire, che richiederebbe molti mesi di studio.
Il Regolamento non è solo efficace nel pianificare la spesa per il verde urbano, anche sul lungo o lunghissimo periodo, ma soprattutto per evitare quei brutali tagli detti scalve o capitozzature a cui gli operai comunali ci hanno da tempo abituati.
L’interesse da parte della nuova amministrazione sembra esserci, ci dispiacerebbe a questo punto venire delusi, viste le lotte e le battaglie che molti privati hanno sostenuto nel corso di questi anni in cui gli alberi sono stati lasciati alla mercé di personale in maniera molto evidente non qualificato: il risultato lo abbiamo sotto gli occhi facendo una passeggiata per le vie del paese.
Nei giorni successivi sono stati tenuti degli incontri-dibattito sulla fitodepurazione con Diego Arcidiacono, sul sinergico con Riccardo Lamberto, e sui sistemi di rinverdimento verticali con Pasquale Giurleo. Gli incontri sono tutti volti a fornire alla neo amministrazione comunale delle valide indicazioni per avviare Siderno sulla strada della sostenibilità ecologica.

Autore: 
Lidia Zitara
Rubrica: 

Notizie correlate