Speleologi bloccati in una grotta in Calabria: salvati

Lun, 03/06/2019 - 09:40

Quattro speleologi sono rimasti bloccati a una cinquantina di metri dalla superficie nell'Abisso del Bifurto, nel Cosentino, detto anche "Fossa del Lupo", un profondissimo inghiottitoio che scende in verticale per 683 metri, nel comune di Cerchiara di Calabria, a causa di un'onda di piena improvvisa, ha reso impossibile l'uscita dalla grotta. Un loro compagno è riuscito a risalire in superficie pochi istanti prima dell'onda e a dare l'allarme, poco dopo le 16.30. Quaranta tecnici del Soccorso alpino e speleologico hanno lavorato a lungo per riportare tutti su. “Nessuno è in pericolo di vita e contiamo di completare l'operazione nelle prossime ore”, aveva riferito il presidente del Soccorso alpino e speleologico della Calabria, Giacomo Zanfei, già nelle prime fasi del soccorso. Dopo quattro ore, i tre sono stati riportati tutti in superficie. “Stanno tutti bene e non c'è stato bisogno di intervento medico”, ha detto ai colleghi dell’ANSA sempre Giacomo Zanfei.

Rubrica: 

Notizie correlate