STILO: Rafforzamento o rinascita per un domani migliore

Dom, 29/05/2016 - 19:06
Sono già state rese note le liste e i candidati a sindaco di tutti i comuni chiamati alle urne il prossimo 5 giugno. Ma per chi votare? Per rendere un po’ più chiare le idee agli elettori, termina oggi la panoramica che il nostro giornale sta conducendo sui programmi elettorali di ogni candidato a sindaco nei sei paesi della Locride che potranno esprimere una preferenza (è già noto il rinnovo della gestione prefettizia ad Africo e San Luca)

Alla continuità di Giancarlo Miriello, amministratore per due mandati consecutivi e in grado di offrire ai suoi cittadini una lista giovane, fa eco un gruppo innovativo e, per la maggior parte, femminile, quello guidato dal consulente previdenziale con fede politico progressista Antonio Marrapodi.

Giancarlo Miriello - Insieme per Stilo
Il sindaco uscente Giancarlo Miriello, capolista di Insieme per Stilo, rinnova la propria candidatura puntando all’efficienza della politica e alla qualità dei servizi offerti ai cittadini. Raggiungere questo obiettivo, per la sua coalizione, significa semplificare le prassi amministrative, prevenire la corruzione e mettere in pratica una sana gestione della politica economica, dunque applicare una serie di provvedimenti urbanistici che garantiscano a Stilo di rafforzare la propria identità di città d’arte e di avviare uno sviluppo economico che passi anche dal turismo. Per questa ragione, Miriello elenca ben 21 lavori pubblici da realizzare entro i primi tre anni di amministrazione e completa la propria presentazione sottolineando quanta importanza ha intenzione di riservare all’occupazione e all’associazionismo, allo sviluppo di commercio e agricoltura, alle politiche sociali e ai servizi sanitari e alla formazione dei cittadini di domani attraverso la scuola e le attività sportive.

Antonio Marrapodi - Per la rinascita
Saranno i cittadini i veri protagonisti della politica di Antonio Marrapodi e della lista Per la rinascita. Il candidato vuole un’amministrazione collegiale, serena e trasparente, alla base di uno sviluppo produttivo ed economico che osservi con riguardo le “fasce deboli” e salvaguardi le le famiglie. Nel rinnovo del Piano Strutturale Comunale, pertanto, ci sarà spazio per l’introduzione del baratto amministrativo, per sanare i disagi dei diversamente abili e degli anziani, creare aree Wi-Fi e infopoint e zone per lo svolgimento di attività ludico ricreative. Grande attenzione sarà riservata alla riqualificazione del centro storico, alla viabilità e all’ambiente con l’implementazione delle energie rinnovabili. L’attenzione per tutte le forme di turismo dovrebbe dare una spinta economica al paese, che riserverà attenzione anche alle quote rosa (nell’amministrazione come nella quotidianità) e agli animali (al centro di un programma che riduca il randagismo e ne migliori lo stile di vita).

Autore: 
Jacopo Giuca
Rubrica: 

Notizie correlate