Successo per la terza edizione di rassegna di arte presepiale

Lun, 26/01/2015 - 13:19
La manifestazione, svoltasi sotto le feste e chiusasi lo scorso 11 gennaio, ha conseguito risultati davvero importanti

Scuola e Chiesa due agenzie altamente formative, in rete concludono il concorso “La Magia del Presepe” nella Chiesa di S.Maria dell'Arco di Siderno, giorno undici gennaio, alla presenza di Mons. Oliva Vescovo della Diocesi Locri Gerace, del sacerdote Don Massino e con una rappresentanza delle scuole della locride. Durante la cerimonia di premiazione sono stati assegnati attestati e riconoscimenti ai presepisti in gara. Una tradizione che si ripete e che anno dopo anno ha attirato un numero sempre crescente di visitatori, anche per la qualità dei pezzi in mostra, frutto delle abili mani di artigiani della sezione amatori che si dedicano con passione alla realizzazione di statuine, fondali, ambientazioni, curandone i più piccoli particolari e la scelta dei materiali e alla creatività dei ragazzi della sezione scuole. In mostra dunque le tradizioni, le nostre radici così forti e uniche da costituire un patrimonio da condividere con gli altri. La mostra ha ospitato 150 presepi realizzati dalle scuole della provincia ma anche della città di Reggio presente alla rassegna con l''Istituto Comprensivo "Carducci- Vittorino da Feltre . Una giuria di esperti composta dalla professoressa e artista Sara Parlongo, dal professore e maestro d’arte Renzo Fascì e dal sacerdote Don Massimo Nesci, ha espresso un giudizio attenendosi alla tematica del concorso, ovvero "la Natività nel mio ambiente di vita" e ha assegnato i premi e le menzioni speciali alle due categorie di concorrenti: sezione scuole e sezione amatori; per le scuole conquista il primo posto il presepe, presentato dalle classi 3 A e 3 B della Scuola primaria di Platì, gli alunni hanno rappresentato la Natività con il pane che sta a testimoniare come è indicato nella motivazione espressa dalla giuria " la cultura del favorite, la fatica, il sudore,ovvero la cultura del territorio". Per la sezione amatori ha ottenuto il primo premio la sig.ra Rosanna Trimboli "Per aver realizzato con il legno di ulivo e l’argilla la Natività, materiali che simboleggiano l’essenza della nostra terra". Si posiziona sempre al primo posto, la classe 3 A della scuola primaria Borgo di Bovalino, dell’I.C. “F. Alessio che ottiene il maggior numero di voti assegnati dal pubblico; gli alunni guidati dall’insegnante M. Federico hanno realizzato un presepe che raffigura il borgo dei pescatori. Sono stati assegnati menzioni speciali per la sezione amatori: alla prof.ssa Stefania Arsena "Per la capacità di cogliere in un tronco d'albero, l'ispirazione per realizzare il messaggio del Natale"; all'artista e scultore prof. Domenico Carteri che ha realizzato un Presepe di grande pregio artistico eseguito con grande maestria e cura dei particolari. Menzioni speciali anche all'artista Luigi Amato e al maestro Corrado Armocida che ha omaggiato il Vescovo con una sua pregevole opera. Attestati di merito sezione amatori a: Patrizia Tassone, vincitrice della scorsa edizione, "per la creatività e la tipicità" che traspare dalle sue numerose opere presentate. Angela Trimboli per l'originalità che contraddistingue i suoi presepi. Un riconoscimento speciale all'I. C. Cinque Martiri Gerace per aver presentato più lavori.  Le menzioni speciali per la sezione scuole sono stati assegnati a: I. Comprensivo "Pascoli Alvaro" Siderno- Scuola Infanzia Lamia" un materiale povero come la creta si trasforma nelle mani dei picccoli artisti e dà vita alla Natività". Istituto"F. Jerace di Polistena" Scuola Media per aver presentato originali presepi in terracotta realizzati dagli alunni nel laboratorio artistico della scuola. I.C. "De Amicis Maresca"Scuola Media Maresca Classe 3C per aver ambientato la Natività all’ interno del Tempio di Marasà simbolo della nostra identità culturale. Classe III B Scuola Media Brancaleone- I.Comprensivo Brancaleone -Africo - Bruzzzano Per aver realizzato una scenografia contestualizzata che richiama il territorio. Segnalazioni speciali alla Classe 1B e 1 F dell' Istituto Comprensivo "M.Bello - G.Pedulla - Agnana"Scuola Media "G. Pedullà" Siderno. L’arte presepiale diventa dialogo tra le religioni. il confronto tra le culture. Gli alunni hanno realizzato i lavori in un percorso laboratoriale e sono stati guidati magistralmente dalla prof.ssa Stefania Arsena a Chiara Pedullà e Francesca Congiusta della scuola primaria "M.Bello". La mostra organizzata dall’ Istituto Comprensivo "M.Bello -G.Pedullà - Agnana", in collaborazione con il Museo della scuola "I Care" e con il patrocinio della Provincia di R.C. e del Comune di Siderno, nella suggestiva location di Palazzo De Mojà del Borgo di Siderno Superiore, ha attirato anche quest’anno tantissimi visitatori, come si riscontra dal registro delle firme, gruppi di Crema, Milano, Pisa, Roma del Canada e di ogni parte della provincia e non, sono giunti nel Borgo, hanno apprezzato la valorizzazione del Palazzo e l’organizzazione della mostra. La rassegna presepiale ha avuto inizio nella scuola primaria M. Bello con la realizzazione della rappresentazione natalizia “La Scuola Presepe”, nel mese di dicembre, con numerosi percorsi didattici di fede francescana, Quadri viventi, artigianato e mestieri tradizionali che ha visto impegnati trecento alunni della scuola primaria come figuranti, in ogni angolo della scuola è stata realizzata una scena del presepe che rievocava i vecchi mestieri e gli antichi sapori e poi conduceva naturalmente alla capanna della Natività. Grande soddisfazione viene espressa dal Dirigente prof. Vito Pirruccio e dal team docente, che ha curato l'organizzazione del concorso, composto da Tecla Giannini e Marilena Romeo coadiuvate da Mariangela Musuruca, Marcella Ferreri dal DSGA Carmen de Luca e da tutto il personale dell'Istituto. Un arrivederci al prossimo anno, per la quarta edizione.

Rubrica: 

Notizie correlate