Un calendario che più fitto non si può

Dom, 28/07/2019 - 12:40

Con agosto ormai alle porte è naturale che la Locride offra una così variegata rosa di eventi da mettere in seria difficoltà chi sta cercando di organizzarsi al meglio le giornate di vacanza. La programmazione dei teatri, delle piazze, ma anche delle più disparate feste o sagre di paese è ormai entrata nel vivo, dando vita a un calendario fittissimo di eventi di grande qualità, destinati, ahinoi, talvolta, ad accavallarsi. Non fa eccezione la giornata di oggi, domenica 28 luglio, quando andranno in scena anzitutto le serate conclusive di due eventi cominciati nelle scorse ore. Facciamo riferimento alla “Festa dell’Ambiente” di Roccella Jonica e al classico “Borgo Incantato” di Gerace. La prima, che avrà come suggestivo scenario il Largo Rita Levi Montalcini sul Lungomare Sisinio Zito, aprirà alle ore 19 con un’animazione per bambini a tematica ambientale, cui seguirà, alle 19:30, l’interessante convegno “L’educazione ambientale per il futuro delle nuove generazioni”. Il secondo non ha bisogno di presentazioni: arrivato alla sua 20ª edizione, infatti, il “Borgo Incantato”, dopo le prime due serate, trasformerà Gerace in un luogo magico e affascinante, in cui artisti di strada e le prelibatezze locali regaleranno a turisti e residenti una notte indimenticabile. Ma prima di cena, alle ore 19, l’associazione Locri Patria Nostra presenterà a Palazzo Nieddu del Rio “Locri anni ’70”, un incontro che ricorderà le figure di Carmelo Filocamo, Nicola Jeropoli e Giuseppe Pelle. Martedì 30 luglio di nuovo spazio alla spensieratezza grazie alla musica, ai balli e allo spazio dedicato alla cultura e all’artigianato di “Bentornato Lungomare”, un evento organizzato dalla Città di Siderno per dare nuovo impulso al lungomare delle Palme, finalmente restituito al suo antico splendore. Mercoledì 31 luglio, dunque, spazio alla cultura con il convegno “La Locride raccontata dai suoi visitatori”, organizzata dall’ArcheoClub con l’ospite Enzo Romeo, che avrà inizio alle ore 18:30 presso il Palazzo Nieddu del Rio di Locri, e con il secondo appuntamento del Festival del teatro Classico “Tra Miti e Storia”, che metterà in scena un adattamento di Aristofane con protagonisti Vito Cesaro e Miss Italia 1996 Denny Méndez alle ore 21:30 presso il Teatro Greco Romano di Portigliola. Agosto non poteva esordire meglio che con Riace in Festival, il cui ricchissimo programma si dipanerà in tre giorni fittissimi di appuntamenti. Si comincia giovedì 1, alle ore 17:30, presso la Mediateca di Riace, con la presentazione del Libro di Ilario Ammendolia “La ‘ndrangheta come alibi”, per poi continuare alle ore 21 all’anfiteatro con una rappresentazione teatrale di Ascanio Celestini e il concerto di Paolo Sofia. Venerdì 2 agosto, dunque, Il Riace in Festival si sposterà, alle ore 10, presso l’Auditorium Angelo Frammartino di Caulonia per un convegno su “L’importanza di fare comunità”, cui seguiranno, alla Mediateca di Riace, alle ore 17:30, la proiezione di un docufilm e la presentazione del nuovo libro di Marco Lupis e, alle ore 21, presso l’Anfiteatro, la presentazione di un libro di Peppino Mazzotta e la proiezione di un film di Marco Bellocchio. Sabato 3 agosto, dunque, si conclude con un concorso di corti che si terrà presso la Mediateca alle ore 17, la proiezione di un film su Mimmo Lucano alle ore 19 e, alle ore 21, presso l’Anfiteatro, un incontro con Vauro, Brunori Sas, Gianfranco Schiavone, Alex Zanotelli e il concerto dei Marvanza. Ma proprio il 3 agosto sarà una giornata ricchissima di eventi: non sono da dimenticare, infatti, il laboratorio teatrale che si terrà a partire dalle ore 18 presso l’Anfiteatro di Siderno Superiore e, soprattutto, la messa in scena della “Turandot” di Puccini, alle ore 21, presso l’area archeologica del Tempio di Marasà.

Autore: 
Jacopo Giuca

Notizie correlate