Vigili del Fuoco rilanciano sulla convenzione AIB

Mer, 14/06/2017 - 17:39

COMUNICATO STAMPA – Il grosso incendio che ha interessato ieri una vasta zona della frazione Arghillà, periferia Nord della città metropolitana e che ha viste impegnate numerose squadre di Vigili del Fuoco reggine provenienti dalle sedi di Melito P.S., Villa San Giovanni e dallo stesso Comando di Reggio, con numerosi mezzi, oltre ad aver messo in ginocchio il dispositivo di soccorso tecnico urgente, ha riacceso la polemica sulla mancata convenzione AIB da parte della Regione Calabria.
Quello che è accaduto ieri, incalza il segretario provinciale UILPA dei Vigili del Fuoco Giovanni Alampi, è l’avverarsi di quanto già denunciato qualche settimana fà dal segretario Regionale UILPA VVF Antonino Provazza, circa la criticità oggettiva e l’inefficacia del dispositivo di soccorso nel periodo estivo.
E’ inammissibile, prosegue Alampi, che un incendio di erbacce e rifiuti possa inficiare la sicurezza dell’intera area costiera da Palmi a Bianco, lasciata sprovvista, per parecchie ore, degli importanti presidi di soccorso. Tale situazione potrebbe generare, con l’incalzare della stagione estiva, drammatici risvolti sia sulla sicurezza della cittadinanza che su quella degli stessi operatori dei Vigili del Fuoco, puntualmente costretti, sulla propria pelle, a far fronte all’inefficienza degli enti locali.
L’appello di Alampi, rivolto in primis alle istituzioni locali, è quello di mettere in campo tutte le azioni necessarie a garantire la suddetta convenzione, mentre rinnova l’accorato appello ai massimi vertici dei Vigili del Fuoco, affinché provvedano ad anticipare la mobilità nazionale, per l’incremento della carenza di personale dovuta ai recenti tourn over.

Il Responsabile delle relazioni esterne
UILPA Vigili del Fuoco Calabria
Fabio Maragucci

Rubrica: 

Notizie correlate