“E (ri)usciron a riveder le stelle”: viaggio tra scienza e letteratura

Mar, 04/08/2020 - 13:00

E' un connubio tra letteratura e scienza. Uno spettacolo di versi sotto la volta celeste dove gli Astri sono gli indiscussi protagonisti. «E (ri)USCIRON A RIVEDER LE STELLE» è il titolo dato allo spettacolo che sarà presentato in tour a partire dal 10 agosto nella Locride, in Calabria. Teatri greci, castelli e borghi tra i più belli d'Italia saranno la perfetta quanto suggestiva location dove verranno presentati gli spettacoli. L'attore Antonio Tallura e l'astrofisico Marco Romeo saranno i protagonisti di uno spettacolo che è unico nel suo genere dove Astri e Costellazioni sono narrate dall'astrofisico alternandosi con i versi di grandi poeti dall'antichità, da Omero fino ad arrivare ai giorni nostri, con Alda Merini. E qui, sarà Antonio Tallura a regalare emozioni recitando bellissime composizioni che saranno accompagnate dal suono della clarinettista Barbara Franco. I testi sono elaborati dallo storico Mario Nirta con un unico fil rouge: le stelle, la luna, il cielo e il mare per rivivere i sentimenti più profondi attraverso liriche e versi scritti dai più grandi poeti della letteratura. 

Il primo spettacolo sarà il 10 agosto
al Magico Teatro Greco di Portigliola, a Locri

L'esordio sarà lunedì 10 agosto, notte di San Lorenzo, presso il Magico Teatro Greco di Portigliola, a Locri (RC), cuore della Magna Grecia nel Festival tra mito e storie. Poi si passerà per Sant'Agata del Bianco in occasione della manifestazione «Stratificazioni». Si proseguirà nella corte del Castello Feudale di Ardore Superiore, il 16 agosto. Altre tappe dello spettacolo saranno piazze della Calabria Ionica e Tirrena. Direttore artistico è l'attore Antonio Tallura. «Ho pensato di mettere in piedi questo spettacolo che è un connubio tra letteratura e astrofisica – spiega l'attore – Il periodo di pandemia mi ha portato a riflettere sulle tante cose che ci circondano e alle quali, spesso, non facciamo caso perchè sono lì da sempre. Pensieri ed osservazione hanno avuto un peso anche creativo. Dopo il successo dello spettacolo dedicato a Tommaso Campanella che ho presentato lo scorso anno e che è stato molto apprezzato dal pubblico e dalla critica, ho pensato di dare vita quest'anno, vista l'emergenza Covid che stiamo ancora vivendo e che ci impone regole più ferrere, ad uno spettacolo libero. Nel senso che il pubblico non deve essere necessariamente seduto davanti o di fronte al palco. Importante sarà ascoltare la narrazione. Io e l'astrofisico Marco Romeo daremo vita ad uno spettacolo di pura magia e poesia sotto il cielo stellato che è rimasto tale e quale da sempre. Come da sempre – conclude Tallura - i poeti, hanno tratto ispirazione dalle stelle, dalla luna, dal mare. Mentre Marco Romeo parlerà delle costellazioni, miti e leggende, io darò voce ai grandi poeti, da Omero ad Alda Merini, passando per Leopardi che dagli astri hanno tratto ispirazione. Insieme a noi, le note della clarinettista Barbara Franco». 

Antonio Tallura, amato attore, torna nella sua Calabria con questo bellissimo spettacolo
Chi è Antonio Tallura? Nato a Locri (RC) è un personaggio che non ha bisogno di presentazioni. Il curriculum che racconta la sua carriera artistica è ricco di partecipazioni e grandi successi. Il pubblico e i fans lo ricordano nelle sue grandi interpretazioni in fiction televisive di successo come Incantesimo, Vivere, Centrovetrine, La Squadra, Un posto al Sole per arrivare alle partecipazioni più recenti come la partecipazione alla soap Il Paradiso delle Signore 3. Grandi interpretazioni anche il film e spettacoli teatrali fanno di Antonio Tallura un personaggio poliedrico che ha saputo conquistare il pubblico non solo per la sua bravura al di là delle telecamere e sui palcoscenici, ma anche per la caparbietà, cultura e semplicità che caratterizzano il suo modo di essere. Molto legato alla sua terra, la sua Calabria, dove torna anche quest'anno, presentando questo nuovo spettacolo dedicato alla poesia e alle stelle. Assolutamente da non perdere. 

Roberta Vernè
Ufficio Stampa

Rubrica: 

Notizie correlate