“Taglio” sui dipendenti al Comune di Locri

Lun, 03/02/2014 - 11:18
La pianta organica passa da 133 a 102, in seguito al vincolo del piano di riequilibrio finanziario

Anche il Comune di Locri si adegua all’obbligo di dover ridurre le spese del personale, giacché ente sottoposto ai vincoli del piano di riequilibrio finanziario pluriennale. Quindi arriva una svolta storica – come si legge in un articolo della “Gazzetta del Sud” di oggi – nell’apparato tecnico amministrativo. La giunta guidata da Giovanni Calabrese ha rimodulato la dotazione organica. La nuova pianta sarà in vigore dall’1 marzo. Poiché 31 dipendenti non faranno più parte del corpo impiegatizio, la squadra comunale resterà composta da 102 unità, tante quanto sono previste dalla legge per un comune come Locri.

A essere coperti – scrive il collega Pino Lombardo - saranno solo 94 posti, dei quali 51 da dipendenti a tempo pieno e 43 a tempo parziale. Gli 8 posti scoperti, sono 6 di categoria D e 2 di categoria C. Coloro che giunti al 1 marzo avranno maturato il requisito previsto dalla norma, percepiranno da subito la pensione. Quelli invece che matureranno il requisito qualche mese più tardi, saranno collocati in mobilità fino alla maturazione che dovrà avvenire entro e non oltre il 31 dicembre 2015. Già con quest’operazione il Comune ha ottenuto un risparmio di circa 1 milione e mezzo «che anno per anno – ha detto l’assessore al Bilancio e Personale, Raffaele Sainato - e fino al 2022 sarà sempre in aumento».
 

Rubrica: 

Notizie correlate