Bologna blindata: è iniziato il processo “Aemilia”

Mer, 28/10/2015 - 12:20

È partito questa mattina il processo “Aemilia”, che vede coinvolte nell’udienza preliminare 219 persone accusate di fare parte a vario titolo della ‘ndrangheta infiltrata nel tessuto economico-imprenditoriale della regione Emilia Romagna.
Per accogliere un numero così elevato di imputati e avvocati, è stata allestita un’aula speciale di 3.200 metri quadrati sita all’interno del padiglione 19 di Bologna Fiere e messa a disposizione dalla Regione, che ha anche stanziato anche 480mila euro per coprire le spese relative ai servizi generali e all’allestimento dell’impianto audio video.
A presiedere la zona circa 250 uomini delle forze dell’ordine, uno schieramento per il sindaco di Polizia penitenziaria non sufficiente a coprire il trasferimento degli imputati dal carcere.
Presiede l’udienza il Gup Francesca Zavaglia, che medierà tra gli imputati e le organizzazioni costituitesi parte civile (tra cui figurano la stessa Regione Emilia Romagna, la città metropolitana di Bologna, il Comune e la provincia di Reggio Emilia, Cgil, Cisl e Uil Emilia Romagna. Presenti in aula, per assistere all'udienza, anche il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, l'assessore alla Legalità Massimo Mezzetti e i rappresentanti di Libera.
Fonte: ildispaccio.it

Autore: 
Jacopo Giuca
Rubrica: 

Notizie correlate