Calciatori solidali donano presidi al 118 di Locri

Dom, 07/06/2020 - 16:00

Il calciatore professionista Francesco Cosenza, originario di Stignano, presidente e promotore dell’Associazione “Un’azione per un sorriso onlus”, con sede a Saline Joniche, assieme al vice presidente Vincenzo Morabito, hanno donato al 118 e al Reparto di Terapia Intensiva di Locri dispositivi Anticovid-19.
A consegnare il materiale ai medici e agli infermieri locresi è stato lo stesso Francesco Cosenza, che milita nella squadra dell’Alessandria in Lega Pro, girone A.
“Il gesto del calciatore – si legge in una nota - assume particolare rilevanza in considerazione del fatto che gli operatori del 118, in un periodo di estrema delicatezza per la salute pubblica, sono stati costretti a fronteggiare una grave emergenza senza disporre – con la necessaria continuità e nella misura dovuta – dei dispositivi di protezione individuale”. Il segno di solidarietà di Francesco Cosenza e dei suoi collaboratori “ha regalato una ‘boccata d’ossigeno’ ai sanitari del 118 e, contestualmente, li ha ripagati per i sacrifici derivanti dal lungo e intenso periodo di lavoro. Tutti i medici, gli infermieri e gli autisti del 118 locrese ringraziano l’associazione per la sensibilità dimostrata”.
Dall’associazione si apprende che sono state donate 41 visiere, 48 litri di igienizzante, 300 mascherine, 100 tute e, nei prossimi giorni, arriveranno 6 termoscanner.
L’associazione ha raccolto circa 8mila euro, destinati a ben 26 strutture ospedaliere di tutta Italia.
Ciccio Acerbi, Angelo Dacosta, Missiroli, Ceravolo, Floccari, Bonera e Nino Barillà sono alcuni dei nomi dei calciatori che sono vicini all’associazione di Ciccio Cosenza e di Enzo Morabito e alle loro “azioni solidali” che compiono da 8 anni.

Rubrica: 

Notizie correlate