Collezionare è bello: con i francobolli e la filatelia ancora di più

Lun, 14/09/2020 - 10:30

Il gusto del collezionare è qualcosa di innato, che occorre avere naturalmente per potersi appassionare a una raccolta; c’è infatti chi, di fronte a un gruppo di oggetti dello stesso genere, quasi istintivamente li raccoglie, li studia, li organizza secondo uno schema, e chi semplicemente li osserva e, magari, li “usa” non avendo alcuno stimolo a tenerli e cercarne altri dello stesso genere.
Per chi ha il senso del collezionismo, gli oggetti da raccogliere possono essere i più svariati, a seconda dei gusti e degli interessi personali, e gli unici limiti stanno nelle disponibilità economiche, di spazio, di tempo. Ma qualunque sia l’oggetto di una raccolta – monete, banconote, cartoline illustrate o scatole di fiammiferi, boccali di birra o vecchi attrezzi agricoli, santini, automobili, libri antichi o paralumi o vecchi quaderni di scuola… – una collezione è sempre un fatto di cultura, che dimostra l’interesse di una persona per la storia, per la creatività umana, per il costume. E nello stesso tempo è anche un piccolo ma sempre interessante museo, fonte di continue piacevoli scoperte di innegabile valore amatoriale.
Se questo vale per ogni collezione, con il francobollo e gli altri elementi della posta si aggiungono nuove possibilità e soddisfazioni attraverso le varie metodiche di raccolta a seconda dei propri gusti e le proprie inclinazioni, per una scelta praticamente infinita di campi d’azione, così che ogni insieme, spesso, risulta unico nel suo genere e difficilmente ripetibile, anche senza spendere grandi cifre presso le diverse fonti di rifornimento; queste vanno dal semplice ufficio postale vicino casa ai negozi specializzati, alle aste, ai convegni commerciali, numerosi in ogni regione di Italia e del mondo, e anche presso i circoli filatelici attivi in tante zone, in cui si potranno altresì consultare cataloghi, libri, riviste e intrattenersi con altri appassionati con cui scambiare idee, materiale, esperienze, quest’ultime realtà che non potranno mai essere sostituite dall’isolante internet, in cui alla fine si acquisisce soltanto ciò che gli altri vogliono trasmettere.
Solo il mondo del francobolli e dei servizi postali è tanto vasto e accessibile da sapere offrire tutto questo per chi ha il senso del collezionismo, per tale ragione la filatelia è in assoluto l’hobby più diffuso al mondo fra persone di ogni età, sesso e classe sociale. L’attività filatelica è l’unica che si presti a cinque diversi metodi di base di collezionare, ciascuno con migliaia di varianti e di spunti, fra i quali ognuno ha solo l’imbarazzo della scelta per trovare il settore personalmente più congeniale:
1. la collezione tradizionale, ovvero il piacere di scoprire le mille facce dei francobolli;
2. la collezione tematica, ovvero le tante occasioni del mondo del francobollo per trattare un tuo argomento preferito;
3. la collezione marcofila ovvero tutti i bolli che dal periodo prefilatelico a oggi hanno sostituito o accompagnato una lettera o cartolina;
4. la collezione di storia postale, ovvero secoli di posta e di storia raccontati da buste, timbri e francobolli;
5. la collezione “Open Class” (classe aperta), che si prefigge lo scopo di allargare il campo inserendo nelle raccolte materiale relativo ad altri settori collezionistici a supporto e completamento del materiale filatelico.

Autore: 
Frana
Rubrica: 

Notizie correlate