Consegnati i lavori strada Archi-Carmine-Ortì

Mar, 14/06/2016 - 19:00

Sono stati consegnati i lavori di adeguamento, ammodernamento e messa in sicurezza della strada Archi Carmine -Ortì che, in questa fase (I° stralcio), sono limitati ad un segmento di 1150 metri (Monastero della Visitazione - Ortì). La consegna è avvenuta nel corso di un’assemblea pubblica, svoltasi nell’auditorium del Monastero della Visitazione. L’adempimento ha visto protagonista il presidente della Provincia, Giuseppe Raffa, la dirigente del settore Viabilità dell’Ente intermedio, ing. Domenica Catalfamo, l’impresa Demetra Lavori s.r.l. (capogruppo) in ATI con la s.r.l. Silvestro Costruzioni. All’assemblea hanno preso parte l’assessore alla Cultura e alla legalità della Provincia, Eduardo Lamberti Castronuovo, il sindaco Giuseppe Falcomatà, il consigliere comunale Filippo Bova, il direttore dei lavori, ing. Carmelo Catanoso, e il Responsabile Unico del Procedimento, Architetto Anna Meduri, funzionario della Provincia. L'obiettivo primario è quello della messa in sicurezza che potrà essere assicurato mediante la regolarizzazione planimetrica del tracciato esistente, cercando di adattare la piattaforma stradale il più possibile alla conformazione del terreno compatibilmente con il rispetto dei vincoli di progettazione stradale e di sicurezza di circolazione. La realizzazione delle opere previste non darà luogo alla produzione di alcun tipo di elemento inquinante che possa causare danni all'ambiente circostante. Le opere e le lavorazioni principali da eseguire possono così riassumersi: scotico del terreno; scavi di sbancamento; opere in cemento armato per muri di sostegno di altezza variabile; attraversamenti idraulici con tubazioni di idonee dimensioni e relativi pozzetti d'ispezione; rilevati e riempimenti in materiale di adeguata granulometria, riutilizzando principalmente il terreno proveniente dallo sterro; strato di base in conglomerato bituminoso di pezzatura compresa fra 0 e 30 mm; strato di collegamento (binder) in conglomerato bituminoso di pezzatura fra 0 e 20 mm; strato di usura (tappetino) in cls bituminoso di pezzatura fra 0 e 10 mm; segnaletica orizzontale e verticale; dispositivi di ritenuta laterali in acciaio di classe H2 (bordo opera d'arte) e N2; opere accessorie e complementari come canalette, griglie, chiusini; rete fognaria costituita da tubi in PEAD e pozzetti in c.a. dotati di chiusini in ghisa D400. Quest’ultima opera collegherà il monastero della Visitazione con il locale depuratore. I lavori dovranno essere ultimati entro 365 giorni, comunque entro e non oltre il 13 giugno del 2017.

Rubrica: 

Notizie correlate