Cosa vi è piaciuto e cosa cambiereste dell'estate appena trascorsa?

Lun, 31/08/2015 - 11:32
Sondaggio sotto l’ombrellone

Con settembre ormai alle porte e i turisti in partenza, il sondaggio di oggi è quantomeno doveroso. Abbiamo fatto la nostra solita passeggiata in spiaggia interrogando i turisti su cosa hanno apprezzato e su cosa, invece, cambierebbero di questa estate trascorsa nella Locride. Il 70 % di loro risponde che il posto è molto bello e tranquillo, i luoghi suggestivi, ci sono locali notturni dove potersi divertire, persone molto ospitali e cordiali. Insomma tutto positivo ma con un difetto profondo: le chiacchiere. Ebbene sì, sembrerebbe che noi della Locride avremmo una certa propensione al pettegolezzo. E dai... diciamocelo... siamo tutti un po’ pettegoli, impiccioni e allocchi! Quante volte abbiamo ascoltato delle "dicerie", che molto spesso si sono rivelate leggende, ma che abbiamo riportato come una catena di S. Antonio? Storie stranissime che, guarda caso, capitano sempre agli altri; per esempio, si dice che in una tal casa abbiano abitato dei fantasmi, noi non li abbiamo mai visti, ma proseguiamo la catena raccontando la favola ai nostri posteri. Ben diverso è il pettegolezzo, una "chiacchiera sociale" con un fondo di verità non sempre verificabile e che non lascia limiti alla fantasia. Nascendo da una chiacchiera sociale, il pettegolezzo è un dubbio sull'immagine che una persona vuole dare di sé e rappresenta dunque un rimprovero implicito. La lingua, le chiacchiere, il pettegolezzo sono armi che ogni giorno insidiano la comunità umana, seminando invidia, gelosia e bramosia del potere. Perciò, miei cari conterranei, tiriamo il freno alla lingua e non roviniamo tutto con le chiacchiere!

Autore: 
Katia Candido
Rubrica: 

Notizie correlate