Franco Candia: “Speriamo che il lutto per Santelli unisca i sindaci”

Dom, 25/10/2020 - 17:30

I sindaci della Calabria hanno ritenuto, oltre ogni distinguo di appartenenza politica o provenienza territoriale, di dover tributare con il massimo della solennità il proprio estremo saluto alla giovane presidente Jole Santelli, che ha prematuramente cessato di vivere pur avendo strenuamente resistito agli attacchi di una malattia incurabile e avendo combattuto una contestuale stagione di impegno politico amministrativo alla guida di una regione che si prefiggeva di cambiare.
Prima Presidente donna, forte di un’esperienza istituzionale che l’aveva vista parlamentare e più volte sottosegretario nei Governi della Repubblica, dal primo giorno del suo insediamento non mancava di evidenziare il proprio intendimento di perseguire l’obiettivo di chiudere con alcune ataviche problematiche, cercando di ottenere la generale partecipazione degli amministratori locali e spendendosi a pieno sul principio che il rispetto istituzionale e la leale collaborazione dovessero prevalere nel percorso di gestione della cosa pubblica a calabrese.
Così che, riscontrato il comune sentire, all’appello di ANCI Calabria volto a coordinare le iniziative ispirate dal diffuso cordoglio per la dipartita della amata Presidente di Regione, i primi cittadini del 404 comuni calabresi, con in testa quelli delle città capoluogo, hanno risposto “presente” nell’impersonare alcuni atti di solidarietà.
Nella giornata di mercoledì 16 ottobre, dopo aver indetto il lutto cittadino, alle ore 12:00, è stato osservato dai municipi (nelle sale consiliari o innanzi alle bandiere abbrunate e a mezz’asta) un minuto di silenzio col pensiero rivolto al ricordo della cara Santelli.
Così come altrettanto massicciamente, sabato, i Sindaci sono accorsi alla Cittadella Regionale di Germaneto per rivolgere l’estremo saluto al feretro della Governatrice e, tutti in fascia tricolore, presenti in testa i sindaci Sergio Abramo, Giuseppe Falcomatà, Mario Occhiuto, Maria Limardo e Vincenzo Voce e il Vicario di ANCI Calabria, Francesco Candia, a mezzogiorno in punto, in formazione da parata oltre 200, seguendo il gonfalone dell’associazione, hanno fatto accesso e si sono posizionati nella piazza San Francesco per tributare l’estremo saluto a colei che era stata ultima attenta interlocutrice dei tanti problemi gravanti sulla loro competenza e sui territori da essi amministrati.
Un bel colpo d’occhio vederli schierati a sfilare prima e a posizionarsi poi - nel rispetto delle distanze antiCovid - a dimostrazione della capacità di reagire insieme e di fronteggiare anche situazioni ed emergenze estreme.
Se il ricordo della Santelli resterà vivo in tutti, speriamo che il comune sentire di questo momento di dolore possa ispirare anche nel prosieguo il migliore e costruttivo agire per il bene di quella Calabria che tutti dicono di amare.

Autore: 
Francesco Candia
Rubrica: 

Notizie correlate