Furto alla farmacia dell’ospedale di Locri: l’indignazione del sindaco

Dom, 03/11/2019 - 16:30

La notizia dell’assurdo e inquietante furto di numerosi farmaci nella farmacia dell'ospedale lascia sgomenti e increduli. Il sindaco Giovanni Calabrese appreso il fatto non può non manifestare il suo sdegno: «Sciacalli e indegni! Difficile trovare il termine giusto per definire questi squallidi personaggi. È un ingente danno economico e soprattutto dannoso per i già sfortunati pazienti». 
Malgrado la presenza di un sistema di videosorveglianza, "abilmente" neutralizzato, sono stati portati via numerosi antitumorali,  antidolorifici e altri importanti e utili farmaci. Ladri esperti e soprattutto conoscitori dei luoghi che in pochi mesi mettono a segno un altro "colpo" sempre con medesima abilità. 
«Un'azione indegna – chiosa il sindaco-, è come rubare il ricavato dell'elemosina al mendicante davanti alla chiesa. Esprimiamo ferma e dura condanna nei confronti di chi ha ideato e perpetrato questo assurdo gesto ai danni della nostra struttura ospedaliera e ai danni dei nostri sofferenti cittadini. Rivolgo un appello a questi "signori" "invitandoli a restituire la preziosa refurtiva. Rivendere questi farmaci nel mercato nero è sicuramente remunerativo, ma farlo a scapito di altri cittadini in gravi condizioni di salute significa non avere un cuore e una coscienza. Spero che vi possiate pentire di quanto fatto e restituirci l'importante bottino».

Ufficio Stampa

Rubrica: 

Notizie correlate