Gaffe EasyJet sulla Calabria: Arianna Meleca scrive alla compagnia

Mar, 23/06/2020 - 13:00

Cara Easyjet,
Ho letto la descrizione che hai scritto sulla Calabria, per "pubblicizzare" ed "incentivare" il turismo della regione. Certo, ad essere sincera in un primo momento pensavo fosse uno scherzo o una fakenews, ed invece, approfondendo, ho capito che era tutto vero. Tra le tante parole ed aggettivi che esistono per descrivere una meravigliosa regione come la Calabria, mi chiedo, perché hai deciso di usare proprio quelle? Sono davvero allibita dal fatto che quella descrizione tutto è tranne che una promozione turistica. Posso insegnarti io, una semplice calabrese che come tanti purtroppo ha dovuto lasciare la propria terra, come si promuove una regione che "soffre di un'evidente assenza di turisti".
La Calabria offre una varietà di paesaggi unica. Il mare, la montagna, la collina, i fiumi ed i laghi: può mai esserci tutto questo in una sola regione? Ebbene sì, la Calabria è la terra perfetta per tutti. È un tesoro nascosto, tutto da scoprire, come i suoi abitanti dal cuore d'oro. Ci si perde tra i suoi colori, i suoi profumi e tra la sua natura. Dai territori della Sila, che offrono una vasta gamma di attività, come il trekking, escursioni e canottaggio nei fiumi in mezzo alla natura; alle lunghissime coste con un mare cristallino nel quale immergersi nella vita sottomarina. La Costa degli Dei, dei Gelsomini, dei Cedri sono solo degli esempi.
Ma la Calabria non è solo paesaggi, questa terra offre una tradizione culinaria sublime. La cucina, per i calabresi, è emozione, i prodotti sono trattati con amore e rispetto. Tutto ciò che deriva dalla terra è sacro.
La mia regione inoltre è ricca di storia e arte: da non perdere i parchi archeologici di Locri, di Capo Colonna, i rinomati bronzi di Riace, la Cattolica di Stilo, quest'ultima, di stile orientale, è patrimonio dell'umanità dell'UNESCO. Giusto per citarne alcuni. 
Desidero invitare la compagnia easyjet ad informarsi su ciò che offre la Calabria, nel 2020 sarebbe ora di abbandonare ogni pregiudizio.
Chiedo scusa alla mia amata Calabria per i pregiudizi immeritati a cui ancora è sottoposta.
Vi lascio con una citazione di Leonida Rèpaci: "Per me Calabria significa categoria morale, prima che espressione geografica. Calabrese, nella sua miglior accezione metaforica, vuol dire Rupe, cioè carattere. È la torre che non crolla giammai la cima pel soffiar dei venti."

Arianna Meleca

Rubrica: 

Notizie correlate