Incendio di San Leo, il PD: “Cosa si sta facendo per il settore agricolo?”

Mer, 30/09/2020 - 17:00

Il Circolo del Partito Democratico di Siderno, considerato l’incendio di vaste proporzioni, divampato nel pomeriggio di giovedì 23 u.s. presso l’Impianto di raccolta e smaltimento dei rifiuti di Siderno, situato nella contrada San Leo e che ha gravemente danneggiato i due capannoni al cui interno si trovavano rifiuti di natura “indifferenziata”;
preso atto che a causa del vasto rogo, si sono sprigionate in tutta la zona, dense e alte colonne di fumo, le cui polveri potrebbero essere inquinanti per l’ambiente e per la salute dei cittadini;
Vista l’Ordinanza diffusa nelle ore immediatamente successive, contingibile ed urgente, con cui i Commissari Prefettizi hanno, in via precauzionale, invitato i cittadini a mantenere finestre ed usci chiusi nonché ad evitare di raccogliere prodotti ortofrutticoli;
Considerato che sulle possibili conseguenze ambientali e salutari, sono ancora in corso i rilievi e le analisi da parte dell’Arpacal;
Sottolineata la forte preoccupazione, in particolare per gli operatori economici nel campo dell’agricoltura – cui si rivolge solidarietà e vicinanza - e di tutti coloro che, comunque, vivono nell’area interessata e utilizzano prodotti dell’orto e dei frutteti e che, in generale, il settore agricolo è fortemente presente nel circuito economico sidernese, già gravemente compromesso dal periodo emergenziale epidemiologico che ha imposto chiusure e sacrifici di ogni sorta;
Ricordato come siano i Commissari Prefettizi, l’Autorità cui spetta, per legge, l’emanazione e/o l’adozione di ogni forma di provvedimento urgente e opportuno non solo in materia di igiene e sanità ma anche a tutela e sostegno di un comparto economico direttamente colpito da questa ulteriore scure drammatica;
Rilevato, altresì, un elevato carattere di urgenza, motivato dal protrarsi di una situazione incerta e dallo svilupparsi di una richiesta di informazioni da parte della cittadinanza,

CHIEDE  AI COMMISSARI PREFETTIZI

di sapere se, e quali azioni si pensa di intraprendere a sostegno, appunto, del comparto agricolo e di tutti gli imprenditori che svolgano attività direttamente collegata all’uso del territorio e che, al momento, vedono inibita ogni possibilità di utilizzazione e vendita dei loro prodotti ortofrutticoli;
In generale, come si stia sviluppando l’azione del Comune di Siderno per far fronte alla situazione sopra descritta;
Se, all’esito delle analisi necessarie, venga data tempestiva informazione alla cittadinanza circa l’esclusione o meno di rischi per la salute delle persone e per la commestibilità delle produzioni agricole locali.

Il Circolo del Partito Democratico di Siderno

Rubrica: 

Notizie correlate