Il tempo dei ricordi

0
32

Ripercorriamo, insieme, gli avvenimenti e i personaggi più importanti che hanno segnato la data del 22 marzo.

Accadde che:

1457 (564 anni fa): Johannes Gutenberg completa la stampa del primo libro: la Bibbia. È il primo libro stampato in Europa con la tecnica dei caratteri mobili. Nel 2001 è stata inserita dall’UNESCO nell’elenco della Memoria del mondo, una testimonianza unica di un grande passo nella storia della Cultura. Si compone di due volumi in folio di 322 e 319 fogli (per un totale di 641 fogli, ovvero 1282 pagine). Riproduce il testo della Vulgata, la bibbia latina tradotta da San Gerolamo nel  secolo: l’Antico Testamento occupa il primo volume e una parte del secondo, che contiene anche tutto il Nuovo Testamento. Gutenberg ideò tipi di carattere che imitavano la scrittura gotica, la più usata all’epoca in Germania.

1890 (131 anni fa): nelle isole Eolie termina l’eruzione a Vulcano, iniziata nel 1873. Furono scene apocalittiche quelle che si videro allora: a rapide intermittenze. colonne di fumo che si levavano dal cratere, bolidi di enormi dimensioni che cadevano in mare e nella piana del Porto, nuvoloni di ceneri grigiastre che venivano a posarsi sulla città e le campagne di Lipari.  Il Gran Cratere della Fossa iniziò a manifestare la ripresa dell’attività vulcanica sin dal 1873, attraverso forti detonazioni e con l’apertura, nel mese di settembre dello stesso anno, di una voragine nel fondo del cratere sul lato di nord-est, dove era collocata la così detta “Grotta delle fumarole”. Le manifestazioni più evidenti erano date da frequenti esplosioni con getto di vapore, cenere e pietre infuocate.

Scomparso oggi:

1961  (60 anni fa): muore suicida a Melicuccà (Reggio Calabria) Lorenzo Calogero poeta. Nato a Melicuccà il 28 maggio 1910, è stato uno dei più grandi poeti italiani del Novecento. Oltrepassa l’ermetismo per come si era venuto costituendo in Giuseppe Ungaretti, Salvatore Quasimodo, ed Eugenio Montale. Ha lasciato una massa sterminata di manoscritti. Tra le sue opere: “Dieci poeti” e “Parole del tempo”.