Per l’Eurispes è crisi economica

Mer, 23/11/2005 - 00:00

E’ allarme declino socio-economico nei comuni rurali calabresi. Ben 154 sono toccati dalla crisi che coinvolge circa 230 mila persone. E’ il risultato di una ricerca condotta dall’Eurispes. Le province con il piu’ forte grado di ruralita’ sono quelle di Catanzaro (36 comuni su 80, pari al 45%), Reggio Calabria (40 su 97, 41,2%) e Cosenza (62 su 155, 40%). Le province di Crotone (6 su 27, 22,2%) e di Vibo Valentia (10 su 50, 20%) sono meno interessate dal fenomeno. Dei comuni rurali, oltre l’82% ha subito lo spopolamento. Il territorio calabrese, afferma Eurispes, e’ caratterizzato da numerose aree a bassa densita’ di popolazione e da una elevata e diffusa quota di addetti in agricoltura. Ben il 74,7% dei comuni rurali calabresi presenta poi un rapporto molto elevato tra popolazione anziana e bambini a fronte di una media nazionale dell’80,6% e il 50,6% (media nazionale 76,6%) presenta un’ alta dipendenza della popolazione anziana dalla popolazione in eta’ lavorativa. Evidente, infine, il divario tra Calabria e Italia per lo sviluppo dei servizi: 4,5% dei comuni rurali calabresi a fronte di una media nazionale dell’11,4%.

Autore: 
AnsaWeb
Rubrica: