Lo Sporting chiede in gestione il Palazzetto dello Sport di Locri

Mer, 13/12/2017 - 11:00

Egregio Sindaco Città Metropolitana di Reggio Calabria,
Dott. Giuseppa Falcomatà

Consigliere Delegato, Dott. Demetrio Marino

Consigliere Delegato, Dott.ssa Caterina Belcastro

Città Metropolitana di Reggio Calabria
Piazza Italia, Reggio Calabria - 89125
protocollo@pec.cittametropolitana.rc.it

 

Oggetto: richiesta di assegnazione in gestione del Palazzetto dello Sport di Locri
Egregio Sindaco,
Egregi Consiglieri Delegati,
con la presente Vi chiediamo di assegnare alla scrivente associazione sportiva la gestione esclusiva
del Palazzetto dello Sport, “Palestra Polifunzionale”, posto in Contrada Licino del Comune di Locri.
In caso di assegnazione, ci faremo carico del suo ripristino in uso, (considerato che hanno già rubato di tutto dal giorno della chiusura) e della sua ordinaria manutenzione, oltre che al pagamento di un giusto canone, considerate le spese di ripristino.
Il Palazzetto è chiuso da due stagioni e la politica non trova un modo per riaprirlo e riconsegnarlo alla comunità.
La nostra società milita nella Serie A Nazionale di Calcio a 5 Femminile e siamo con il Crotone Calcio maschile ed il Cosenza Pallanuoto femminile, le uniche realtà sportive di massima categoria calabrese, e l’unica nella Città metropolitana di Reggio Calabria.
Dalla chiusura del Palazzetto di Locri, siamo stati costretti a spostare tutta l’organizzazione della squadra, team e staff, nel Comune di Sant’Andrea Apostolo dello Ionio, in Provincia di Catanzaro, e lo scorso anno siamo arrivati alle fasi finali di Coppa Italia e dei Play Off Scudetto.
Sollecitato dal Sindaco Giovanni Calabrese, ho rilevato la squadra per senso civico, (io sono il fondatore della struttura di call center che a Locri ha dato per un decennio oltre 400 posti di lavoro a tempo indeterminato) dopo la nota e vergognosa vicenda delle “minacce della ‘ndrangheta”.

Subito dopo il nostro subentro, le istituzioni cittadine ci hanno privato dell’utilizzo dell’ostello e del pulmino – beni comunali in uso alla precedente gestione della squadra – e poco dopo, il Palazzetto è stato chiuso per difformità amministrative (come era difforme anche lo Stadio comunale - mai chiuso -prima della visita del Presidente Mattarella). In pratica, una “cacciata”.
Non mi interessano le ragioni politiche di un tale miope comportamento, ma abbiamo bisogno del palazzetto di Locri per ritornare in Città, dove avremmo già una sede per ragazze e lo staff, e per continuare a Locri lo sviluppo del progetto sportivo: il Campionato italiano di Futsal femminile è diventata una competizione vera, con unico girone di 17 squadre e lo Sporting Lokrians è l’unica realtà del Sud.
Inoltre, il marchio LOKRIANS è alla base di un progetto di una start up nel settore dell’abbigliamento sportivo femminile, già in fase avanzata di sviluppo, e vorremmo mantenere a Locri – presso il centro servizi di Jonitel - la sua gestione commerciale e “web based”.
In attesa di un Vostro sollecito riscontro, porgo cordiali saluti.

F.to Vittorio Zadotti
Presidente ASD Sporting Lokrians

Rubrica: 

Notizie correlate