Locri: protesta di 3 ore per i diritti degli alunni disabili davanti alla scuola Maresca

Gio, 25/04/2013 - 09:35
Organizzata gita scolastica ignorando le richieste dei genitori di un alunno diversamente abile per ottenere un autobus con rampa e permettere al ragazzo di partecipare al viaggio

3 ore e mezzo di presidio dinnanzi l'autobus e l'uscita scolastica, organizzata dalla scuola Maresca già da mesi addietro, è stata temporaneamente bloccata.
La gita era stata infatti istituita in modo inadeguato e, gli alunni diversamente abili non potevano accedere all’autobus. Era già stato chiesto per iscritto alla scuola e all’ente locale di attenersi riguardo le uscite didattiche alle leggi e rendere i viaggi accessibile.
Era stato chiesto lo scuolabus del Comune di Locri adattato poiché dotato di rampa per la salita e la discesa della carrozzina ma le richieste non avevano avuto alcun esito. Una triste indifferenza e insofferenza da parte delle istituzioni, almeno fino a stamane.Grazie al presidio è intervenuto il il Sub-Commissario Di Giorgio del Comune di Locri il quale è rimasto sul posto che si è attivato telefonicamente ed tamponato la con un mezzo adattato con rampa inviato dall'associazione L.A.D.O.S di Gioiosa che, alle 11:30 è arrivato per accompagnare Nicola.
Si ringraziano per il supporto i Carabinieri, Polizia Locale, mamme e alunni solidali.
Piccola battaglia vinta che, ha creato (si spera) un precedente che dovranno ricordare per le successive occasioni.
 

Autore: 
Cosimo Romeo
Rubrica: 

Notizie correlate