Ospedale di Locri, reparto Chirurgia: ridotti i posti letto da 16 a 8

Mar, 07/07/2015 - 16:42
La Federazione Sindacati Indipendenti lamenta l'abuso da parte del dottor Michele Musolino che il 4 luglio comunica, con decorrenza immediata, la riduzione dei posti letto nel reparto di Cardiologia/Utic presso l'ospedale di Locri

Sig. Commissario Straordinario

Sig. Direttore Sanitario Aziendale

Sig. Direttore D.E.U.

Sig. Direttore D.A.O.

Azienda Sanitaria Provinciale  REGGIO CALABRIA

Sig. Direttore Sanitario Presidio Ospedaliero  LOCRI

 

OGGETTO:  Riduzione posti letto U.O. Cardiologia/Utic Ospedale di Locri.

 

Ancora una volta nell’UO di Cardiologia-Utic del P.O di Locri assistiamo all’ennesimo abuso da parte del Dr Michele Musolino, il quale, con nota n° 55/utic del 4 luglio scorso, indirizzata al Direttore Sanitario dell’Ospedale di Locri, al Direttore del Dipartimento Emergenza Urgenza, al Direttore del  Dipartimento Ospedaliero e a tutti i Direttori delle UU.OO dell’ospedale di Locri, comunica che, con decorrenza immediata, sospende temporaneamente i ricoveri in Cardiologia/Utic dimezzando così i posti letto dagli attuali sedici a otto.

Le motivazioni che lo avrebbero indotto a sopprimere i posti letto di Cardiologia sarebbero da imputare alla carenza di personale infermieristico e medico derivante dalla necessità di dover garantire loro il diritto alle ferie in un contesto già numericamente critico di risorse.

Da quanto ci risulta quella del Dr. Musolino è senza alcun dubbio una distorta rappresentazione della realtà all’interno del reparto di Cardiologia – Utic dove la dotazione organica consta di ben 24 unità infermieristiche, 3 ausiliari e 13 medici, attualmente soltanto tre unità infermieristiche sono temporaneamente assenti, una per congedo legge ex art. 42 Legge 151/01 e le altre due per malattia.

Non riusciamo davvero a comprendere come il Dr. Musolino, direttore dell’ U.O.  con una dotazione organica numericamente parlando da fare invidia ai maggiori centri di eccellenza di tutta Italia, possa decidere, indisturbato e nel silenzio più totale dei vertici aziendali, di ridurre il numero di posti letto disponibili proprio nel periodo, la stagione estiva, di maggiore affollamento determinando un allarmismo ingiustificato con notevoli ripercussioni negative nei confronti degli utenti i quali, saranno costretti a rivolgersi ad altre strutture ospedaliere, anche fuori Regione, per ricevere le cure con aggravio di spese sia per gli stessi che per l’azienda  che dovrebbe garantire nel proprio territorio.

Questa decisione che fa emergere nella sua drammaticità l’incapacità da parte del Dr Musolino nella gestione del reparto, già da tempo evidenziata dalla scrivente nonché un atteggiamento irresponsabile che merita profonde riflessioni da parte dei vertici aziendali, in considerazione anche degli incresciosi avvenimenti che lo hanno visto protagonista e fautore di situazioni che hanno destabilizzato gli equilibri dell’unità operativa da lui diretta.

Ci chiediamo infine come il Dr. Musolino nonostante la dotazione organica del reparto sia numericamente invariata rispetto agli anni precedenti ,non abbia mai attuato alcuna chiusura e blocco dei ricoveri in cardiologia nel periodo estivo per carenza di personale e lo fa soltanto adesso, forse per ovviare alla inefficienza organizzativa da parte di chi in maniera illecita, da lui legittimata a gestire i turni del personale infermieristico, avrebbe dovuto già da tempo predisporre un piano ferie .

Tutto ciò tende a minare l’immagine del reparto e dell’azienda stessa  oltreché  la serenità e la qualità assistenziale.

Per tali motivi riteniamo urgente e indifferibile un intervento costruttivo al fine di riportare nella normalità la gestione del reparto attraverso l’adozione dei  provvedimenti necessari per garantire il diritto alla salute ai cittadini della Locride.

 

IL DIRIGENTE TERRITORIALE                                            IL SEGRETARIO TERRITORIALE

          Rosario Portulesi                                                                   Pasquale Calandruccio

 

Rubrica: 

Notizie correlate