Quest’anno Gesù è nato a Locri

Ven, 01/01/2021 - 09:30

Quest'anno Gesù è nato in anticipo ed è nato a Locri.
Non me ne vorranno fedeli e devoti se questo scritto potrà apparire blasfemo, ma la sensazione di gioia e di fede provata nel vedere quanti locresi, a capo il sindaco e i suoi uomini migliori, e una interminabile processione di uomini e donne che si recavano al palazzetto dello sport per portare generi di prima necessità in aiuto ai gemelli del Nazareno, è stata una vera e propria esplosione di fede e di solidarietà. I migliori cittadini li ho visti indossare i panni dei re Magi (giunti in anticipo) ,i Carabinieri esprimere la loro cordialità sembrando gli zii di tutti quei bimbi assiepati all'interno della struttura. Nessun maestro presepista sarebbe stato capace di riprodurre un così intenso sito della natività. Sono tornato a casa pieno di orgoglio, mi sono sentito fiero della mia comunità, dei miei amici di sempre: Monica, Roberto, Ettore e tutti gli altri che non riconoscevo per colpa delle mascherine. Questo improvviso segno divino, con la migliore tradizione comunitaria, mi aiuta credere che possiamo farcela, non solo a superare le avversità, ma soprattutto a costruire un mondo migliore.
P.S. Ho provveduto a rimuovere dai miei amici di Facebook tutti coloro che hanno usato espressioni, a seguito dello sbarco, degne di Erode.

Autore: 
Pino Mammoliti
Rubrica: 

Notizie correlate