Rosarno: il segretario di Rifondazione comunista denuncia il degrado in cui continuano a vivere gli immigrati

Lun, 17/12/2012 - 18:05
Riceviamo e pubblichiamo
Rosarno: il segretario di Rifondazione comunista denuncia il degrado in cui continuano a vivere gli immigrati

«Denunciamo l'incuria dello Stato che lascia marcire i problemi e degradare le situazioni. Il governo intervenga subito» questa l'attacco di Paolo Ferrero. Il segretario nazionale di Rifondazione comunista-FdS ha dichiarato, inoltre:
«Vogliamo denunciare con forza quanto sta avvenendo a Rosarno e nelle zone limitrofe, a quasi tre anni dalla rivolta del gennaio 2010, nel totale disinteresse dello Stato che per incuria lascia "marcire" i problemi. Anno dopo anno, la situazione si ripete sempre uguale, dove gli immigrati sono obbligati a lavorare in condizioni incivili. Oggi il sindaco di S. Ferdinando, Domenico Madafferi, ha emesso l'ordinanza di sgombero della tendopoli per gli immigrati che lavorano nelle aree agricole di quel Comune e in quelle del contiguo Rosarno. Da giorni vengono denunciate condizioni di vita insostenibili nel campo che dovrebbe ospitare 250 persone ma in cui ne vivono accatastate oltre 1000, in condizioni socio-sanitarie inaccettabili. Lo smantellamento inevitabile della struttura porterà un ulteriore peggioramento delle condizioni di vita dei lavoratori. Se Stato e Regione non intervengono rapidamente sarà inevitabile un aumento della tensione. Risultano stanziati dei fondi per l'accoglienza ma non è ancora dato sapere se e come la Regione li abbia impiegati: è vergognoso».

Autore: 
Ufficio Stampa
Rubrica: