Scioglimento Comune di Africo, Panetta (FI): "Notizie accettate con un silenzio imbarazzante"

Mar, 03/12/2019 - 18:20

Apprendo con dispiacere la notizia dello scioglimento del consiglio comunale di Africo, questi avvenimenti sono altamente lesivi per un territorio come quello locrideo. Purtroppo queste notizie vengono accettate molte volte con un silenzio assordante, che oserei definire imbarazzante. Imbarazzante in quanto è inaccettabile che la volontà espressa dal popolo ,democraticamente, venga modificata senza un contraddittorio. Il nostro Stato è per definizione uno Stato di diritto, e come tale deve permettere a chi è sotto accusa di difendersi. L’art. 143 del TUEL come viene oggi attuato fa degenerare lo Stato di diritto a Stato di polizia. Da vice Coordinatore Provinciale di FIG e soprattutto da cittadino, credo che sia indispensabile una presa di posizione netta da parte di tutte le Istituzioni del territorio della Locride, contro una norma come l’art. 143 del TUEL, che non fa altro che demolire le speranze (già residuali) di dare a questa terra ed ai propri cittadini un futuro diverso da quello che si prospetta. Al sindaco Francesco Bruzzaniti ed alla sua amministrazione esprimo tutta la mia solidarietà e chiedo loro di non mollare perché, durante il breve periodo che gli è stato concesso di amministrare hanno dimostrato di amare Africo e gli africesi. La Locride e la Calabria hanno bisogno di persone come Francesco per cercare di uscire da una situazione che ci sta opprimendo e ci logora dentro giorno per giorno. Affinché persone come lui non perdano l’amore per il proprio territorio c’è bisogno di rendere meno ingiusta la procedura che porta allo scioglimento dei consigli comunali.

Salvatore Panetta

Vice Coordinatore Provinciale Forza Italia Giovani Reggio Calabria

Rubrica: 

Notizie correlate