Sequestrati beni per 60 milioni a Pasquale Inzitari, imprenditore di Rizziconi

Mar, 22/10/2013 - 09:36

Beni per 60 milioni di euro sono stati confiscati dalla Dia di Reggio Calabria all'ex politico dell'Udc Pasquale Inzitari, 53 anni, di Rizziconi, ritenuto dalla Dda imprenditore di riferimento delle cosche della piana di Gioia Tauro. Inzitari, arrestato nel maggio 2008, è stato poi condannato a 3 anni e 4 mesi di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa. Tra i beni confiscati, già sequestrati nel 2009, figurano società, negozi, denaro e uno stabile.

IL PATRIMONIO CONFISCATO

Tra i beni confiscati  c’è il patrimonio aziendale e l’ intero capitale sociale della Nifral Sviluppo Srl, a Rizziconi (Reggio Calabria). La società è preposta alla commercializzazione al dettaglio di prodotti di elettronica con il marchio Expert presso il centro commerciale Il Porto degli Ulivi di Rizziconi, il centro commerciale Peguy di Cinquefrondi, il centro commerciale I Portali di Corigliano Calabro e presso l’immobile di contrada da Parcheria di Rizziconi (sede uffici e punto vendita).

Confiscato anche il patrimonio aziendale e l’intero capitale sociale della società immobiliare In. De. Fin sas, a Rizziconi.

Confiscate quote pari al 33% della Devin King Srl, a Rizziconi e corrispettiva quota del patrimonio aziendale. La società è titolare dell’attività commerciale denominata Burger King all’interno del Centro Commerciale “Il Porto degli Ulivi” di Rizziconi.

Confiscate quote pari al 33% della società Crazy Red Srl, a Rizziconi e corrispettiva quota del patrimonio aziendale. La società è titolare dell’attività commerciale denominata “Rosso pomodoro” all’interno del Centro commerciale Il Porto degli Ulivi.

Confiscate quote pari al 33% del capitale sociale della Devin Property srl, a Rizziconi e corrispettiva quota del patrimonio aziendale e, infine, conti correnti e rapporti finanziari in genere, per un valore complessivo di circa 1,8 milioni.

L’autorità giudiziaria ha anche disposto contestualmente il sequestro e la confisca del fabbricato a 4 piani a Rizziconi, della superficie complessiva di oltre 3000 metri quadrati, in parte adibito ad uso commerciale (uffici e punto vendita Expert) e in parte ad abitazione della famiglia dell’imprenditore.

Le aziende confiscate proseguiranno regolarmente le loro attività commerciali con gli amministratori giudiziari nominati dal Tribunale.

 

Autore: 
Fonte: Ansa
Rubrica: 

Notizie correlate