Siderno: “Al TMB di San Leo regna il caos”

Lun, 10/02/2020 - 18:30

Il grave problema rifiuti che affligge il nostro comprensorio ha mobilitato anche l’Osservatorio Cittadino sui rifiuti che, nella persona della presidente Mariarosaria Tino, accompagnata da Pietro Fazzari e Caterina Furfaro, è andato a verificare di persona la situazione dell’impianto TMB di San Leo. Quelle che riportiamo di seguito sono le riflessioni che la Tino ha pubblicato in un post comparso sul gruppo Facebook “Osservatorio sui Rifiuti Siderno”:

Questa mattina mi sono recata all TMB per una visita di controllo, visti i molteplici messaggi ricevuti per il problema odorigeno e ho trovato il caos.
Siamo arrivati ad un conferimento di organico di una media di 50 tonnellate giornaliere, contro una capienza di un massimo di 37, per circa 300 tonn. settimanali, e, non solo, ma in aggiunta ai conferimenti locridei che sono di circa 40 comuni, si sono aggiunti anche Reggio Calabria, Cittanova, Polistena e Cinquefrondi.
Ho immediatamente informato la Commissaria Mulè, ma a quanto pare le entrate nelle casse del Comune sono più importanti della salute dei cittadini.
Sono mesi che sto chiedendo che venga emessa un'ordinanza che non faccia superare le 30 tonn. giornaliere,ho chiesto che al tavolo della Città Metropolitana, Siderno venisse rispettata, ma nulla è stato fatto, trovando scuse a più non posso, l'ultima scusa è stata che le segnalazioni sulla piattaforma erano molto scarse, non tenendo neppure conto dei disagi provocati dal passaggio degli autocompattatori  (non tutti in regola con le norme igienico sanitarie) che va raddoppiato in quanto ogni mezzo fa andata e ritorno e siamo arrivati a circa 80 mezzi senza che ci sia una viabilità adeguata.
Questo è il trattamento riservato a Siderno, sia da parte dell'Amministrazione che da parte della Città Metropolitana che ha scambiato un'Impianto di lavorazione per una discarica, non tenendo conto e, a mio avviso senza nessuna conoscenza dei problemi reali che questa situazione ha creato a tutt'oggi.

Rubrica: 

Notizie correlate