Siderno: Domenico Barranca assolto dall’accusa di associazione

Lun, 29/06/2020 - 19:30

Domenico Barranca, difeso dagli avvocati Antonio Mazzone e Vincenzo Vitale, è stato assolto dalla Corte d’Appello di Reggio Calabria dall'accusa di appartenenza a un’associazione mafiosa transnazionale rivoltagli nell’ambito processo Acero-Krupy per non aver commesso il fatto. Ribaltata, dunque, la decisione del primo grado, in cui era stato condannato a 14 anni di reclusione.
A distanza di quasi 5 anni dall’indagine il 47enne di Siderno, imprenditore nel settore vivaistico-floreale, conquista l’assoluzione grazie all’impegno degli avvocati Mazzone e Vitale che, durante il ricorso, hanno fatto rilevare una serie di argomentazioni a discarico che sono state oggetto dell’attenzione dei magistrati dell’appello. Da rilevare, infine, che la posizione di Barranca è stata archiviata rispetto ad un altro filone dell’indagine seguita dai magistrati laziali.

Rubrica: 

Notizie correlate