Silenzio, complice

Dom, 23/12/2018 - 18:20

Non si può restare in silenzio,
non è proprio immaginabile assistere
al ritorno in patria del giovane, partito un dì,
pieno di speranze, con gli occhi sorridenti,
luminosi, illuminanti, un volto giovane, sereno.
Ora rientra, per Lui hanno fornito l’aereo di Stato!
Molti lo aspettano, ma manca qualcosa,
manca tutto quello che lo accompagnava alla partenza,
la gioia di aver raggiunto la meta!
Andava a lavorare, in Europa, ma è vero?
Veramente quella pallottola lo ha colpito!
No, forse è un brutto sogno, altro non si può
pensare, una giovane vita spenta con un clic,
dietro al quale l’odio tremendo,fo lle di tutto
un popolo cova contro la pace! Cova in compagnia
dell’invidia, contro l’occidente, senza valido motivo!
Oggi è toccato a lui, domani a un altro,
poi a un altro ancora… Chi asciugherà le
lacrime della madre, o di tutte le madri i cui figli
sono stati barbaramente uccisi?

Autore: 
L’albatros
Rubrica: 

Notizie correlate