Turi Futia: il tributo degli amici romani

Dom, 22/11/2020 - 17:30

A Roma, presso il Pub Makeda, si sono riuniti, su invito di Francesco Femia, Pietro Capogreco, Chiara Chinè (nipote di Turi Futia) col marito, Pasquale De Lucia, proprietario del noto ristorante, Francesco, Elvira, Giuseppe e Massimo Femia, Mario Franco, Tommaso Marvasi e Antonio Tallura per ricordare l’amico Turi Futia. Antonio Tallura ha letto la prefazione che Turi fece al suo libro “A Naca” e alcuni ricordi pubblicati sui social da amici locresi; Tommaso Marvasi ha ricordato Turi, che era stato suo professore, Pietro Capogreco lo ha ricordato quando gli faceva lezioni private, Massimo Femia ha raccontato suoi ricordi, avendolo Turi battezzato; Chiara, l’amata nipote, ha rievocato episodi della sua infanzia con lo zio; Francesco Femia ha citato aneddoti che spesso rievocava con Turi. Tutto in un’atmosfera commossa ma non lugubre, con il sorriso e molta malinconia. C’era soprattutto Turi, che continua a vivere in tutti coloro che lo amano.

Autore: 
Francesco Femia
Rubrica: 

Notizie correlate