UIL sulla dirigenza del Dipartimento prevenzione dell’ASP

Mer, 09/09/2020 - 10:00

Alla scrivente Organizzazione Sindacale risulta che il dipartimento di prevenzione dell’ASP di Reggio Calabria dal 01.07.2020 , data in cui e’ andato in quiescenza il reggente “provvisorio” dopo una lunga permanenza durata sette anni, al momento e’ privo del suo direttore in quanto l’avviso di selezione comparativa tra gli aventi diritto  le cui procedure sono state attivate con interpello n. 90 del 20.11.2017 (rep. n. 1870/2017) non sono state portate a termine come invece e’ avvenuto per altri dipartimenti.
Risulta inoltre, che in atto al dipartimento di prevenzione dell’ASP  di Reggio Calabria vi e’ un dirigente, il dott. G. S. il quale si firma direttore del dipartimento illegittimante in quanto non c’e’ un formale incarico da parte della   Commissione  Straordinaria (delibera), necessaria per la nomina su un posto vacante, oltretutto risulterebbe che lo stesso e’ privo dei requisiti previsti dalla normativa vigente.
Pertanto la UIL Fpl chiede alle   SS.LL :
1) di conoscere i motivi ostativi alla definizione della procedura selettiva per individuare il dirigente cui affidare l’incarico di direttore del dipartimento di prevenzione, struttura strategica e nevralgica per la  prevenzione a tutela della salute della collettività , la cui mancata nomina impedisce le attività previste dai   LEA con gravi ripercussioni sull’obbligo, da parte dell’ASP, di assicurare la continuità assistenziale ,che se negata genera danno erariale.;
2) a quale titolo il dott. G.  si firma direttore del dipartimento di prevenzione dell’ASP  di Reggio Calabria senza  una ufficiale e legittima investitura per tale ruolo e perché produce atti per i quali non e’ abilitato a fare esponendo  l’Azienda a possibili contenziosi giuridici -amministrativi;
3) se gli uffici competenti quali : Direzione Sanitaria, Direzione  Amministrativa e UGRU hanno valutato i requisiti richiesti per esercitare le funzioni di direttore del dipartimento di prevenzione.
La scrivente, si augura che sia giunto il momento, dopo oltre sette anni, di uscire dall’impasse che ha determinato tutte le criticità insite nel dipartimento di prevenzione ridando allo stesso quella nobile funzione cui e’ preposto.
Si chiede urgente riscontro.

Il Segretario Territoriale
Nicola Simone

Rubrica: 

Notizie correlate