Una giornata ecologica anticipa il censimento degli alberi monumentali

Dom, 28/05/2017 - 11:36
Organizzata dal Comune e dall’Osservatorio Ambientale, la giornata di oggi, a Siderno, sarà completamente dedicata all’ecologia e all’annuncio dell’ormai imminente censimento degli alberi monumentali, che salverà il nostro verde dalla cementificazione.

Tenendo fede agli impegni presi all’inizio dell’anno con la cittadinanza, la vicesindaco e assessore all’ambiente del Comune di Siderno Anna Romeo, in collaborazione con l’Osservatorio Ambientale Diritto per la Vita, ha organizzato una giornata di educazione ambientale e di conoscenza del territorio rivolta agli alunni delle scuole, alle famiglie e alla cittadinanza.
Dopo il raduno, previsto per le ore 10:30 di questa mattina in località Trigoni, i partecipanti avranno la possibilità di fare una visita alle antiche Fontane Monumentali del nostro territorio, in seguito alla quale una passeggiata tra i sentieri di Siderno Superiore culminerà con l’osservazione di due ulivi secolari che potrebbero presto venire catalogati come “monumentali”.
«L’escursione di oggi - ci racconta infatti l’assessore Romeo - non serve solo a mostrare le bellezze e le potenzialità del nostro territorio alla cittadinanza, ma anche a promuovere l’ormai imminente censimento degli alberi monumentali, del quale siamo riusciti ad avviare tutte le pratiche previste dalla legge.
«Il censimento - continua la vicesindaco - impone ai comuni di contare e valutare tutti gli alberi presenti sul territorio, iscrivendo nel registro dei “monumentali” quelli che rispondono a determinati standard di grandezza, bellezza e rarità che, a partire dal momento del censimento, dovranno essere preservati e tutelati. La nostra più grande soddisfazione e che saranno sottoposti al medesimo trattamento anche gli alberi con tali caratteristiche presenti su terreni privati, elemento che rende l’avvio di questa pratica una vera e propria rivoluzione culturale. Grazie alla collaborazione attiva della Consulta Cittadina e dell’Osservatorio Ambientale siamo riusciti a coinvolgere le scuole nel progetto, demandando agli studenti la prima segnalazione degli alberi potenzialmente monumentali. Il lavoro da svolgere, tuttavia, è ancora lungo e per questo invitiamo tutti i cittadini a segnalarci gli alberi che ritengono possano essere di interesse per la comunità. Una volta terminato questo lavoro di preparazione sarà un esperto dei Carabinieri Forestali a svolgere una valutazione scientifica relativa alla potenziale monumentalità dei fusti sulla base delle stingenti caratteristiche indicate dalla legge, ma non si tema per gli alberi che all’esito delle analisi non risulteranno possedere i requisiti. Sarà infatti impegno dell’Amministrazione segnalare i più belli di essi come alberi di “interesse pubblico”, classificazione in grado di preservarli al meglio».
Anche Rosario Rocca, presidente dell’Osservatorio Ambientale Diritto per la Vita, non cela la propria soddisfazione: «Dopo aver sollecitato per lungo tempo il censimento degli alberi monumentali non possiamo che accogliere l’iniziativa di oggi e le notizie che porta con sé con grande favore - ci racconta.
«Collaborare a stretto contatto nella realizzazione dell’evento odierno ci ha garantito di unire alla giornata ecologica già promossa lo scorso anno anche la visita alle fontane. Durante la nostra escursione, infatti, ci soffermeremo presso di esse per illustrare ai cittadini un progetto di recupero che ci permetta di salvaguardarle e migliorarle.
Eppure la strada da percorrere è ancora lunga: «La visita - conclude Romeo - a due alberi che speriamo di vedere presto censiti come monumentali e delle fontane ci auguriamo che sia solo il primo passo di un lungo percorso di ulteriore sensibilizzazione alle tematiche che da sempre l’Osservatorio promuove. Non abbiamo accantonato, infatti, il progetto “Acqua in Piazza”, manifestazione attraverso la quale vorremmo promuovere la valorizzazione di tutte le fontane pubbliche e che riteniamo fondamentali per la salvaguardia dell’ambiente nella nostra città».

Autore: 
Jacopo Giuca
Rubrica: 

Notizie correlate